Conflitto di interessi

La BCC di San Giovanni Rotondo  ha adottato delle procedure trasparenti di controllo sul conflitto di interessi dei propri esponenti,  allo scopo di evitare che la vicinanza di alcuni soggetti ai centri decisionali di una banca possa compromettere l’imparzialità e l’oggettività delle decisioni relative alla concessione di finanziamenti e ad altre transazioni nei loro confronti.
Rendiamo disponibili integralmente  tali procedure in modo da fornire alla nostra clientela ampia ed esauriente informativa su tema, come peraltro richiesto dalle nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche  emanata da Banca d’Italia “Attività di rischio e conflitti di interesse nei confronti di soggetti collegati” (circolare 263/06, Titolo V, Capitolo 5), che entrano il vigore il 31/12/2012.

allegato_436_1

Scrivi un commento